71^ Edizione
22 – 23 – 24 settembre 2021 

71^ Edizione
22 – 23 – 24
settembre 2021 

CITY FORUM
2020

SALONE INTERNAZIONALE FLOROVIVAISMO, VERDE E PAESAGGIO

NEWS

URBAN FARMING: HEXAGRO LANCIA POTY, L’ORTO VERTICALE, SMART E SOSTENIBILE

19 Agosto 2020

Riportare l’agricoltura nei centri urbani e rispondere alle esigenze di uno stile di vita più sostenibile e a contatto con la natura. Soprattutto per chi ha poco spazio ma non vuole rinunciare al suo pollice verde. La soluzione è un orto verticale sostenibile (fabbricato con materiali riciclati e riciclabili), modulare e smart (nel senso che permette di dialogare con un chatbot-giardiniere). Lo ha lanciato Hexagro, azienda hi-tech specializzata nel vertical farming, e si chiama Poty.

Pensato per balconi e terrazzi di città, occupa uno spazio limitato dato che si sviluppa in altezza, ma permette di contenere fino a 20 piante nella versione più piccola e fino a 40 in quella grande. I vasi a quadrifogli sono indicati per coltivare piccoli frutti come fragole e lamponi, verdure a foglia, ortaggi e  piante aromatiche stagionali (dal basilico alla salvia). La struttura è fatta di metallo e plastica riciclati e riciclabili, in modo da promuovere un modello di economia circolare per combattere gli sprechi e riutilizzare i materiali.

Oltre a essere green, Poty è anche intelligente: ha un sistema di irrigazione autonomo e un chatbot che guida gli aspiranti agricoltori nelle varie fasi, dalla coltivazione alle ricette in cucina, suggerendo anche come affrontare piccoli problemi: se le foglie ingialliscono o le verdure faticano a crescere, basta inviare una foto tramite la chat, appunto, per ricevere la consulenza di un agronomo. Ma può suggerire anche tutto ciò che serve per coltivare: il catalogo è in costante aggiornamento e arriverà a contare ad oltre 100 varietà di piante entro settembre.

«Con Poty vogliamo far conoscere l’urban farming e riportare l’agricoltura nei luoghi dove vivono quotidianamente le persone, i centri urbani, permettendo loro di poter coltivare quanto necessario senza utilizzare pesticidi chimici e soprattutto contenendo lo spreco alimentare», spiega Alessandro Grampa, co-founder di Hexagro. «Ma soprattutto far riscoprire il benessere che il giardinaggio e più in generale il prendersi cura delle piante apporta alle persone che non hanno modo di vivere a stretto contatto con la natura».

L’orto verticale smart punta a creare una community di persone unite dal medesimo stile di vita, urban farmer che possono connettersi tra loro, scambiarsi buone pratiche di coltivazione così come i prodotti coltivati o coltivare addirittura insieme. Inoltre, per ogni Poty venduto l’azienda installa nuovi moduli da installare in progetti sociali attraverso “Hexagro Siembra Vertical“: il progetto, attualmente particolarmente attivo in Colombia con il supporto della NGO Fundaces, ha come obiettivo quello di supportare le comunità più vulnerabili al cambiamento climatico e che hanno maggiori difficoltà nell’adottare pratiche di agricoltura sostenibile, attraverso l’installazione di sistemi di vertical farming.