71^ Edizione
22 – 23 – 24 settembre 2021 

71^ Edizione
22 – 23 – 24
settembre 2021 

CITY FORUM
2020

SALONE INTERNAZIONALE FLOROVIVAISMO, VERDE E PAESAGGIO

NEWS

FLOROVIVAISMO, GLI INTERVENTI PREVISTI DAL DECRETO RILANCIO

25 Maggio 2020

In arrivo i fondi messi a disposizione del governo per il florovivaismo, tra i settori maggiormente colpiti dagli effetti economici della pandemia. Lo fa sapere il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate, che ha risposto ad un’interrogazione parlamentare in Senato. «Sosterremmo il comparto con tutti gli sforzi possibili e ci batteremo in Ue affinché si proceda con interventi più consistenti e con risorse finanziarie adeguate», ha dichiarato il sottosegretario, nel ricordare che nell’ambito delle misure contenute nel dl Rilancio è previsto un contributo a fondo perduto che copre i cali degli introiti di almeno un terzo.

«La percentuale del ristoro prevede tre scaglioni – spiega L’Abbate – il 20% per chi aveva un fatturato fino a 400 mila euro nel 2019, il 15% fino ad 1 milione, mentre fino a 5 milioni di euro la percentuale è del 10%. Inoltre, abbiamo istituito un apposito Fondo per le filiere agricole in difficoltà, con una dotazione di 500 milioni di euro per il 2020, finalizzato ad ulteriori interventi di ristoro per l’emergenza Covid-19». Dal punto di vista del credito, il sottosegretario ricorda che Ismea ha messo in campo una serie di misure come la sospensione delle rate dei mutui, l’estensione dell’operatività delle garanzie e l’erogazione di mutui sia a tasso zero della durata di 5 anni con importo massimo di 30mila euro sia garantiti gratuitamente al 100% sino a 25.000 euro. Mentre il Mediocredito Centrale «è al lavoro per dare concretezza alla norma che prevede l’accesso diretto al Fondo Centrale di Garanzia che ho fortemente voluto per dare ulteriore iniezione di liquidità alle imprese agricole».

Secondo l’Associazione Florovivaisti Italiani, però, il comparto è allo stremo e non si intravede ancora alcuna certezza. L’associazione torna a fare appello, con una lettera, alla ministra per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, perché attinga in modo significativo agli aiuti di Stato per salvare il settore a livello nazionale ed europeo, così come sta facendo l’Olanda, intervenuta con risorse pari a 600 milioni. «Non abbiamo più tempo per lungaggini e disquisizioni – si legge nella lettera- servono risposte immediate». Il presidente di Florovivaisti Italiani Aldo Alberto chiede alla ministra Bellanova di stringere sull’ammontare delle risorse e sugli strumenti operativi urgenti.

«Non possiamo ignorare quanto sta facendo l’Olanda – dichiara Alberto -. Se l’Italia non tiene conto dei rapporti con gli altri Paesi europei, rischia di perdere sia il suo mercato, che la posizione a livello Ue e forse in modo irreversibile».