71^ Edizione
22 – 23 – 24 settembre 2021 

71^ Edizione
22 – 23 – 24
settembre 2021 

CITY FORUM
2020

SALONE INTERNAZIONALE FLOROVIVAISMO, VERDE E PAESAGGIO

NEWS

FLOROVIVAISMO E VERDE, COVID-19 PREOCCUPA IL SETTORE: FLORMART PRONTO A SINERGIE CON MYPLANT & GARDEN PER SOSTENERE TUTTA LA FILIERA

16 Marzo 2020

Parchi chiusi, piante invendute, difficoltà crescenti nella produzione e nel mercato: l’emergenza Covid-19 preoccupa tutta la filiera del verde. Flormart, raccogliendo l’appello degli operatori, è pronto a fare la sua parte sostenendo il settore durante l’emergenza e rendendosi disponibile a tutte le sinergie possibili per garantire, a crisi finita, il suo rilancio. A spiegarlo è Luca Veronesi, direttore generale di Fiera di Padova.

«Sosteniamo le richieste delle associazioni di categoria in ogni sede – spiega Veronesi – da quelle urgenti relative agli ultimi decreti varati dal Governo per affrontare l’emergenza, a quelle che in prospettiva serviranno a far ripartire il settore. Sarebbe importante, ad esempio, che fossero stanziati dei rinforzi aggiuntivi agli incentivi che favoriscono la partecipazione delle aziende alle Fiere in modo da premiare le occasioni di valore per il mercato».

La crisi causata da coronavirus ha già sconvolto il primo semestre del calendario fieristico italiano. La 71^ edizione di Flormart è regolarmente in programma dal 23 al 25 settembre 2020, un’edizione sulla quale Fiera di Padova sta investendo molto. «Dallo scorso anno a Padova c’è una nuova gestione per la Fiera ed è stato avviato un programma di investimenti che riguarda in modo importante anche Flormart. Fin dall’inizio della crisi dovuta al Covid-19 abbiamo però aperto a nuovi possibili scenari, dando la nostra piena disponibilità anche agli organizzatori di MyPlant & Garden per studiare sinergie in modo da preservare non i nostri singoli interessi ma l’unica cosa che deve starci a cuore, ovvero la possibilità di fornire al settore un grande evento nazionale e internazionale e valorizzarlo al meglio. Mi auguro che la nostra disponibilità non cada nel vuoto. Al momento – conclude Luca Veronesi – non è possibile dire se in futuro ci sarà spazio per due manifestazioni di carattere internazionale nel corso dell’anno: mi auguro di sì, perché sarebbe un buon segnale per il Paese e per l’economia, ma certamente, di questo sono sicuro, non c’è spazio per due manifestazioni di questo livello nello stesso mese».