I giorni di chiusura che diventano settimane, le settimane che diventano mesi. Come mantenere il contatto con i propri clienti, spesso abituati a “fare tappa” quotidianamente al bancone del loro bar preferito? Una domanda con cui quasi tutti i titolari o gestori di bar e ristoranti si sono trovati alla prese in questi mesi difficili. C’è chi ha saputo trovare risposte nuove, originali e creative.

“UNA STORIA UNA BIRRA”: PILLOLE VIDEO PER RACCONTARE IL MONDO DEL LUPPOLO

L’apertura di un bar era il sogno di una vita. Poi, nel 2012, il grande salto: abbandonato il lavoro da dipendente, Nicolò Codogno ha aperto, con l’amica e socia Eleonora Gareggio, un locale di pochi metri quadrati a due passi dal centro cittadino di Padova.

Nicolò, che da sempre coltiva una grande passione per la birra, sceglie personalmente i prodotti – rigorosamente artigianali – spesso andando di persona nei piccoli birrifici da cui si rifornisce e di cui conose personalmente i titolari: in molti casi il rapporto di fornitura si trasforma in un’amicizia, fatta di tante occasioni di scambio, di confronto, rigorosamente davanti a una pinta di birra. Il suo locale comincia a popolarsi in breve tempo, Nicolò ed Eleonora sanno suggerire ad ogni cliente la proposta giusta: “A chi entra dicendo che non gli piace la birra – scherza Nicolò – rispondo che è soltanto perché non ha ancora trovato la “sua” birra”.

Per un spazio come il Foramoda che vive esclusivamente di sera la pandemia segna l’inizio di un periodo difficile, ma i gestori si rimboccano le mani attivando un servizio di asporto e delivery ed inventando nuovi modi per comunicare. Qualche settimana fa Nicolò riceve la telefonata di Denis Varotto, amico attore, anche lui costretto a rivedere i suoi progetti per lo stop prolungato dei teatri: dall’idea di Varotto, subito raccolta, nasce l’esperienza di “Una storia e una birra”. Ogni venerdì, sulle pagine social del locale, l’attore padovano racconta con un mini-video la storia o le caratteristiche di una delle birre artigianali selezionate dal bar, un occasione per far conoscere il locale e al contempo regalare un po’ di visibilità a birrifici e ai loro prodotti di alta qualità.

LE DIRETTE INSTAGRAM DEDICATE ALLA MIXOLOGY

A Milano, Star Zagros Kebabbar – luogo dove il kebap incontra la miscelazione, di recente premiato da Food Advisor come il miglior kebab meneghino – ha lanciato invece l’Instabar: il bartender Emrah Karaman, titolare del locale, è l’animatore delle dirette Instagram in cui prepara i cocktail proponendo ai clienti le sue lezioni di mixology. Non solo: chi si collega alla diretta può scegliere di ordinare in tempo reale il prodotto che Karaman sta preparando per gustarlo la sera stessa. Non solo: è anche possibile preordinare gli ingredienti e riceverli a casa in modo da cimentarsi con la preparazione durante la diretta proposta dal bartender.

“Le dirette sono aperte a tutti ma al momento la risposta maggiore è arrivata proprio dalle persone che già ci conoscono e ci frequentano: l’iniziativa rappresenta una modalità per mantenere il contatto e la relazione con loro, contribuendo a costruire una community digitale”, spiega Karaman.